consapevolezza

Blog

Il potere della lampadina 0

Ho scoperto, da poco, che quanta luce hai in una stanza dipende dalla potenza delle lampadine.

Siate clementi, se potete. Può sembrare incredibile che io, a pochi giorni dai 54 anni, mi renda conto di questo. Epperò è così. Per molto tempo ho creduto che se avessi aumentato la potenza delle lampadine, avrei consumato più luce e quindi pagato di più.

Mi sono sempre piaciute le luci soffuse, che creano l’atmosfera. Solo che a volte, tipo a cena con gli amici, non ci vedevamo bene a mangiare.

Blog

Quanto appiccica il senso di colpa? 0

Mi sono organizzata in modo da avere 9 giorni per me.

Tagliare fuori tutti gli impegni per avere giornate da vivere liberamente.

Significa non aver già deciso in anticipo nulla. Neanche le cose piacevoli, tipo un pranzo con amici o una gita o cosa leggerò.

L’idea era di scegliere sul momento cosa sentivo e metterlo in atto.

Quindi, come dicevo, mi sono preparata. Non solo non prendendo impegni, ma soprattutto dicendo NO a cose attraenti che andavano decise prima, programmate.

Ho identificato con chiarezza la motivazione che mi muoveva, così da poterla richiamare alla mente ogni volta che avrei tentennato davanti a tentazioni. Ero pronta, mi sentivo pronta. Ed ho cominciato.

Blog

Senza errori non c’è errare 0

Quando sbagliare diventa una lezione di vita. Stamattina ero molto contenta di fare la doccia perché avrei finalmente potuto usare per la prima volta un prodotto cristalliliquidiefficacesupernaturale che avrebbe rinforzatoidratatoilluminato i miei capelli. Il tutto sarebbe accaduto semplicemente spruzzandolo sulla chioma bagnata e tamponata.
Mi sono accinta. Spruzzo sui capelli e inizio ad asciugare. I miei capelli hanno sempre più l’effetto unto, che non passa se continuo ad asciugare. Allora rileggo le istruzioni e comprendo che ho ecceduto nella dose. Mi ero fidata del mio ricordo, assolutamente errato scopro. Doccia da rifare!

Qual é il problema?

Blog

Di Profondità e di superficie. 0

 

Ci sono No che vengono rispettati e No che devono essere ripetuti, ribaditi con fatica.

I primi li chiamo i No di profondità, gli altri i No di superficie.

I No di superficie sono quelli che hanno piccole radici. Nascono da un bisogno che non è chiaro a noi stessi, per lo più, o se lo è non è raccontabile all’altro. Quando diciamo questi No abbiamo spiegazioni vaghe, oppure incoerenti, lunghe ed articolate perché fatte di giri di parole. Dobbiamo spiegare il No ma non possiamo (per vari motivi) il perché che lo ha generato.

Blog

Felicità&piccole cose 0

La vera felicità si trova nelle cose semplici, apparentemente irrilevanti. Ma per essere consapevole delle piccole cose è necessario che tu sia tranquillo interiormente. E’ necessario un alto livello di attenzione. Sii calmo. Guarda. Ascolta. Sii presente. Diventa consapevole dei numerosi suoni della natura – il fruscio delle foglie nel vento, il rumore delle gocce di pioggia, il ronzio di un insetto, il primo canto degli uccelli all’alba.
Concentrati nell’azione di ascoltare. Al di là dei suoni c’è qualcosa di più grande: una sacralità  che non può essere compresa attraverso il pensiero.  (E. Tolle)

  • 1
  • 2